Salute

Glutine e psoriasi: c’è un legame?

Sebbene non ci siano ancora dati certi che dimostrino che il glutine possa essere causa della psoriasi, l’alimentazione ha comunque un peso. Cibi che generalmente causano intolleranze aggravano, infatti, questa malattia della pelle.

In chi soffre di psoriasi, l’assunzione di alcuni alimenti contenenti il glutine può aggravare la malattia. Esisterebbe, infatti, un legame tra questa malattia della pelle e l’apparato digerente. Con l’aumentare delle persone affette da celiachia o intolleranti al glutine si sono anche moltiplicate le ricerche sulla relazione tra glutine e psoriasi, ma ancora manca una risposta definitiva. Sembrerebbe, però, che in alcune persone, la riduzione dell’assunzione di determinati cereali dalla propria dieta migliorerebbe le problematiche della pelle.

Importante la dieta

Nonostante non esistano dati certi sull’effettivo legame tra psoriasi e l’assunzione di glutine, certo è che una dieta corretta è importante per il mantenimento di un buono stato di salute e limitare l’aggravamento delle forme psoriasiche. Bisogna anche stare attenti nell’osservare la reazione dell’organismo all’assunzione di determinati alimenti.

Sovrappeso e obesità nemici della pelle

Importante anche a mantenere il proprio peso corporeo nei limiti del cosiddetto peso forma: il sovrappeso e l’obesità, infatti,  aumentano il rischio di comparsa della psoriasi perché il tessuto adiposo rilascia nel sangue sostanze chimiche che provocano uno stato di infiammazione dell’organismo. Non va poi trascurata l’assunzione di acqua, almeno due litri al giorno, per idratare la pelle, dato che nella psoriasi la cute è tendenzialmente secca.

Quando eliminare il glutine

Se ci si rende conto che mangiando alimenti contenenti glutine aumenta lo stato infiammatorio, è bene parlarne con il proprio medico. Alimenti che causano intolleranze possono essere coinvolti anche nelle crisi di psoriasi. Secondo alcuni studi recenti una dieta priva di glutine potrebbe migliorare la psoriasi in un sottogruppo di pazienti che, pur non essendo affetti da celiachia, presentano nel sangue degli anticorpi diretti contro una componente della molecola del glutine che si chiama gliadina. Ma per chi non è celiaco al momento, non c’è nessuna indicazione a eliminare il glutine.

C’è ancora molto da capire e, soprattutto, ci sono altri importanti provvedimenti alimentari che possono essere d’aiuto”.

Articolo tratto da bimbisaniebelli.it

Lascia un commento