Dolci, Ricette, Senza categoria

Chiffon Cake al cappuccino

Amici buongiorno, oggi vorrei condividere con voi la ricetta di una buonissima Chiffon Cake che ci ha fornito la nostra gentilissima  amica e food blogger Carla Fasolo (http://www.tiramiblu.ifood.it/).

Prima di inviarci la ricetta, Carla ha voluto anche farmela assaggiare…..STRE-PI-TO-SA!!!!

E oltre ad essere veramente buona, dopo quasi una settimana (era enorme…) era ancora sofficissima!!!!

Grazie Carla e, se volete condividere con tutti noi una vostra ricetta, scrivetemi!

Ingredienti per uno stampo da Chiffon Cake da 26 cm

  • 285 g farina (io ho usato 270 gr. di farina per dolci NutriFree e la rimanenza farina di riso finissima)
  • 300 g zucchero semolato
  • 6 uova medie
  • 195 ml acqua
  • 120 ml olio (io uso olio di riso – ma potete usare anche olio di semi di girasole)
  • una bustina di lievito per dolci (*certificato GF)
  • 1 bustina di cremor tartaro (*certificato GF)
  • 1 pizzico di sale
  • 1 tazzina di caffè macchiato

(nota: lo stampo per torta non va né imburrato né infarinato)

Preparazione

Preriscaldare il forno a 150° (io uso per questa torta in modalità ventilata)

Preparare per prima cosa il cappuccino e lasciare da parte a raffreddare. Dividere i tuorli dagli albumi.

Nella planetaria (o con la frusta elettrica) montare a neve fermissima gli albumi con il cremor tartaro.

Mentre questi si preparano, in una grossa ciotola setacciare insieme farina, zucchero, lievito e sale.

Fare un buco nel centro e versare nell’ordine così indicato: olio, tuorli, acqua e mescolare con la frusta a mano per rendere il tutto omogeneo.

Aggiungere a questo punto, in 2 volte, gli albumi montati a neve nella ciotola del mix di farina e uova, mescolando dal basso verso l’alto, facendo attenzione a non smontare troppo gli albumi.

Versare il tutto nell’apposito stampo e aggiungere dei cucchiai di cappuccino sopra l’impasto, mescolando con la lama di un coltello formando degli “8” per miscelare il caffè alla torta.

Cuocere in forno preriscaldato a 150° per 75 minuti.

Una volta cotta, aspettate qualche minuto e rovesciate la torta sugli appositi piedini per farla raffreddare (di seguito foto dello stampo e foto della torta a raffreddare – la torta non cadrà dallo stampo ma bisognerà staccarla ai bordi e al fondo con una spatola).

Nota: Se non si possiede la ciotola, la cosa sarà un pochino più difficile ma si può provare con uno stampo per ciambella in alluminio: se non è sufficientemente alto si potrà prolungare l’altezza con della carta da forno; non imburrare e non infarinare lo stampo.

Per il raffreddamento capovolgere sul collo di una bottiglia e staccarla dallo stampo, con cura, mediante un coltello.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.