News

Sensibilità e intolleranza al glutine, troppe le diagnosi sbagliate

DALL’ASSOCIAZIONE Italiana GASTROENTEROLOGI Ospedalieri arriva la notizia che molte, troppe, delle diagnosi di sensibilità e intolleranza al glutine sono sbagliate.

Essere risultati affetti da celiachia senza però esserlo davvero. Questo quanto può accadere più spesso di ciò che si pensi. Ed è quanto evidenziato dal nuovo studio Glutox, coordinato dal Centro per la Prevenzione e Diagnosi della Malattia Celiaca presso il Policlinico di Milano, e che ha coinvolto 15 centri di gastroenterologia ospedalieri in tutta Italia.

Il rischio di una diagnosi errata è quello di venire etichettati come affetti da celiachia senta tuttavia esserlo davvero. Sebbene i ricercatori con questo studio abbiano scoperto che quando sia sospeso il consumo di alimenti contenenti glutine, in tre pazienti su cinque scompaiano i sintomi attribuibili alla sindrome del colon irritabile o alla celiachia, in realtà non si tratterebbe di alcune di queste condizioni.

La condizione in questione sarebbe la sensibilità al glutine, che è diversa dalla celiachia.

La sensibilità è diversa
La sensibilità al glutine non celiaca è una patologia diversa. Nonostante ciò si manifesta con gli stessi sintomi della sindrome del colon irritabile e della celiachia, per questo motivo può essere facilmente confusa. Tra i sintomi principali ci sono gonfiore e dolore addominale, stanchezza generalizzata, mal di testa.

Lo studio
Lo studio Glutox è promosso dalla AIGO (Associazione Italiana Gastroenterologi Ospedalieri). Il focus è valutare l’incidenza della sensibilità al glutine nella popolazione. Per questo si sono esaminati 140 pazienti di età compresa tra i 18 e i 75 anni, seguiti per 6 mesi. I risultati dell’analisi hanno evidenziato che, a causa della similarità dei sintomi, ci sono troppe diagnosi sbagliate che confondono la sensibilità al glutine non celiaca con la sindrome del colon irritabile e la celiachia vera. Ecco pertanto che, prima di ritenersi celiaci è bene fare ulteriori e più approfonditi esami.

 

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.